Il ragno del gas: che lagno…

   Ma se il nostro ragno del gas si è già insediato, l’infingardo, come ce ne liberiamo? Come possiamo uccidere l’Uomo Ragno?

Non basta uno spray insetticida, perchè il nostro insetto intrepido avrà sicuramente fatto la sua brava ragnatela, e sarà quella che otturerà il condotto Lo spray non ce la leverà mai.

Procediamo dunque seguendo questi  semplici passaggi

   Trattandosi del tubo di adduzione del gas possiamo agire con più libertà, perchè non si tratta del forellino di precisione dell’ugello  Non dovremo quindi  avere tante cautele lavorando sul tubo di adduzione che porta il gas dalle bombole verso il bruciatore del frigo.

Liberiamo il fornello dal tubo del gas, che è avvitato tramite un dado;  quindi  basterà  allentarlo in modo che non lo trattenga più

Lavoriamo adesso con un fil di ferro robusto, magari modellato prima ad uncino,  o con un giravite fino…infilandolo nel tubo e muovendolo su e giù in modo da assicurarci che il nostro ospite indesiderato, e soprattutto quando da lui prodotto, esca fuori.

Una volta completata la pulizia, controlliamo  ora che il gas esca dal tubo liberamente  e senza problemi, Ma attenzione!!! Mi raccomando:  che non vi venga per nulla  in mente di avvicinare una fiamma, che so, un fiammifero o un accendino al tubo ancora libero per fare la prova se esce il gas, pèerchè in questa maniera rischiate di far prendere fuoco a tutto! Ed infine, quando vedremo che è tutto a posto, rimontiamo tutto per benino, stringendo bene il dado nel tubo. Controlliamo che ora il frigo si accenda per bene, e quindi che la fiammella sia decisa e soprattutto azzurra, il che, come già detto, è sintomo che il gas sta bruciando in modo corretto.

Mi raccomando di stringere adeguatamente tutti i dadi di blocco nelle utenze a gas, dal momento che se non fosse così, si potrebbe avere una dispersione di gas che potrebbe svuotare la bombola

Il ragno del gas: che lagno…ultima modifica: 2018-06-10T12:14:36+02:00da fabria

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.