Preparativi

Ieri abbiamo messo la prima delle due bombole del gas previste: avevo l’esigenza di provare il Truma Combi e funziona benissimo. Conoscevo già il sistema Combi e lo posso confrontare con il Trumatic che ho avuto in passato. Come impianto di riscaldamento è a mio avviso migliore, perché con la canalizzazione dell’aria calda riscalda meglio; tuttavia dipende non solo dal gas ma anche dalla corrente 12V ed anche questo può essere oggetto di valutazione. Una cosa però va detta. Gli impianti Truma Combi nuovi, a quanto mi è stato detto da un concessionario hanno un tallone di Achille, a mio modesto parere ovvero che quando dovesse andare in blocco per mancanza di gas va resettata presso un concessionario. Se fosse vero è un bel problema. L’impianto Truma Combi ha una centralina con due ghiere concentriche: l’esterna seleziona le modalità (riscaldamento, acqua calda+riscaldamento girando verso il basso, acqua calda 40°, acqua calda 60° verso l’alto). La ghiera interna seleziona l’intensità di funzionamento, dove 1 è la più bassa e 9 la più alta. Questa ghiera ha tre led,  il verde comunica il corretto funzionamento, il giallo il preriscaldamento del boiler mentre  il rosso segnala il blocco. Questo avviene quando manca il gas (bombola esaurita, distacco del tubo di adduzione del gas), cosa che in inverno può capitare. Se ora appena si finisce una bombola bisogna recarsi da un concessionario…Comunque la mia Truma Combi funziona alla perfezione. E di questo sono estremamente felice e soddisfatto.

Le mezze verità

Quando ho visto il camper, il suo precedente proprietario mi ha detto che doveva rimontare una serratura nello sportello del vano bombole, ma non ci ho dato peso.  Quando l’ho ritirato ho visto che nelle chiavi ce ne era pure una rotonda, al che ho pensato fosse quella del tappo del serbatoio dell’acqua. La cosa non mi ha stupito. Ma quando ieri sono andato ad aprire il vano bombole mi sono accorto che la chiave rotonda apre quello sportello, mente l’altra chiave apre tutte le altre porte. Questa è una cosa che devo risolvere e si procede così: si prende la chiave che apre tutte le portiere esterne  che è contrassegnata da un numero di serie, Poi con quella si acquistano due nottolini corrispondenti a quella chiave (tramite il suo numero di serie). Così la cosa si risolve perché a quel punto avrò una sola chiave che apre tutto

Armadio bloccato: ed ora?

Mai capitato prima: arrivo a casa col camper appena acquistato e che succede? L’armadio, che alla prima visita si apriva regolarmente, non mi si apre più. Uhmmm…e adesso che si fa? Penso che, durante il viaggio per portarlo a casa, si sia svitata qualche vite, forse si è bloccato il meccanismo di sgancio…, mi faccio mandare le foto da un mio amico che ha lo stesso modello, ma in versione semintegrale, così vedo come funziona la serratura. Ha un meccanismo a maniglia girevole che comanda due aste con un gancio alle due estremità, superiore ed inferiore, che vanno a fare presa su due perni. Penso che, forse, il meccanismo che fa girare i perni è bloccato, provo col WD40 spruzzandolo dalla maniglia, ma senza effetto. Allora provo ad infilare un lama nella fessura tra porta ed armadio, ma nulla di fatto. Preso dalla disperazione, comincio a girare ripetutamente la maniglia scuotendo il camper  ed, alla fine si apre! Guardo cosa era successo. Ci credereste? C’era la prolunga del tavolo della dinette grande, che è previsto che si allunghi per unirsi alla dinette piccola, che non riuscivo a trovare: ecco dove era finita! Dentro l’armadio. Qualche curva ed ecco che la tavola si era mossa ed era andata a bloccare il meccanismo di apertura! Così adesso ho risolto due problemi in uno: ho sbloccato l’armadio ed ho trovato la prolunga del tavolo!

Si continua con le tendine

Ieri mattina ho cominciato il lavoro per rimontare le tendine del camper. Quando si prende un usato non pensate che ve lo diano come il nuovo. Qualcosa in disordine c’è sempre. Le tendine hanno una guida dove scorrono e due capofila che bloccano gli occhielli e non li fanno uscire dalla guida. Uno ne mancava e per fortuna che, nella cassetta degli attrezzi che mi segue da tre camper, ne avevo uno. L’ho rimontato e così ho tamponato l’errore. Prima di rimontare le tendine, contate tutti gli occhielli: sono scorrevoli e prima di voi possono aver omesso di controllarne la distribuzione. Ve ne debbono essere tanti a destra e tanti a sinistra. Fate la distribuzione equa e poi  procedete agganciando da una parte la tenda al capofila e l’altro capo all’ultimo occhiello, il più esterno.  Poi procedere agganciandone uno da una parte ed uno dall’altra, di modo che verranno ben distribuiti e la tendina non si apra male.

Lavate tutte le tendine

Ieri mi sono tolto tutte le tendine del camper: ce ne sono in tutte le finestre ad esclusione del bagno e della cucina, più due in cabina. Le tendine vanno lavate in quanto assorbono gli odori; possono essere di cucina o semplicemente di chiuso. Nel mio caso il mezzo che ho preso era stato nel tempo più fermo che altro e quindi avevano preso uno sgradevole odore di chiuso unito ad un bel po’ di polvere. E’ ovvio che dopo essere state lavate in lavatrice hanno riacquistato brillantezza

Quando acquisti un camper e il privato non te lo spiega

Nessun privato che vende qualcosa è un venditore nel senso commerciale. Ovvero non è tenuto a sapere tutto ciò che c’è nel camper. E va bene. Quindi con piacevole sorpresa ho visto che nelle ante dei pensili in cucina, che sono di diverso colore e materiale, sono integrate delle luci LED come si vede in foto. Una cosa molto bella direi. Ne sono rimasto davvero colpito. E mi fa piacere di pubblicarla qui

Tempo tiranno

Ho dovuto rivolgermi ad altro, com’è normale. Tanto più che questo autunno non è meteorologicamente dei migliori per fare qualcosa all’aperto; tuttavia ora posso disporre di più tempo per continuare con la sistemazione del camper. Intanto ho cambiato il posto al rimessaggio perché dove ero prima era un posto coperto per il vecchio mezzo. Questo è più lungo di un metro e poco più ed anche leggermente più largo. Così mi hanno assegnato un posto più adatto alle nuove dimensioni. Cosicché quando è cominciato a piovere il camper si trova ben coperto.

Verifica OK

Con il pochissimo tempo libero che ho in questi giorni, ho trovato un minuto per andare a realizzare dei tappeti nuovi per interno e par il bagno e poi ho verificato che la siliconatura del piatto doccia, ora che si è asciugata per bene, è stata eseguita a regola d’arte.

Avanti così che va bene!

Portiamoci avanti coi lavori

Ieri ho rifatto la siliconatura del piatto doccia, che da una pare era stata staccata: chissà perché? Non c’era nessun problema. Ma poco importa sapere perché, è un fatto e così ho proceduto ad una nuova siliconatura. Prossimamente dovrò rifarla su tutto il posteriore e su alcuni punti nella giunzione tra cabina di guida e mansarda. Ma non è un problema, solo un divertimento

Perchè la cera?

La cera, una volta pulita la carrozzeria, la rende idrorepellente e inattaccabile allo sporco, che si laverà via con facilità. Ho anche trattato le plastiche con un prodotto apposito per rinnovare la plastica, dimodochè non si rovinerà con sole, gelo ed altri agenti atmosferici