Buone notizie

Ieri ho verificato lo stato del deumidificatore, e posso dire con certezza che nel mio camper l’umidità non è penetrata. Tutto è perfettamente asciutto. Ritengo che sia una cosa utile quella di mettere il deumidificatore, perché nel caso come il mio vi farà stare tranquilli che tutto è in perfetto ordine; nel caso catturasse dell’umidità vi mette sull’avviso per effettuare un controllo sul perché questo succede (ad esempio una guarnizione di porta o finestra rotta o secca e quindi poco efficace)  e quindi di poter intervenire prontamente

Deumidificatore

 Quest’anno è decisamente molto piovoso. Dal momento che a causa della perdurante situazione siamo tutti fermi, ho deciso di mettere un deumidificatore all’interno del camper, per contrastare l’umidità che, necessariamente, potrebbe accumularsi all’interno. Ne ho visti diversi nei centri brico, al costo variabile dai 9 euro fino a 15 – 18 euro. Mi sono infine deciso di adottare una via più economica. Seguitemi: prendiamo una bottiglia di plastica e tagliamola sui tre quarti della sua lunghezza. Prendiamo la parte alta, mantenendo il tappo e capovolgiamola dentro la restante parte della bottiglia; il collo col tappo entrerà dento la mezza bottiglia e sopra rimarrà la bottiglia tagliata a formare una coppa. Le due mezze bottiglie dovrebbero combaciare in modo da creare un vano chiuso sul fondo della bottiglia.

Prendiamo un giravite  e scaldiamolo alla fiamma: con la punta calda provochiamo dei fori intorno al collo della bottiglia, in due file una sotto ed una più sopra. Quindi prendiamo del sale grosso e riempiamo la coppa della mezza bottiglia. Così facendo mettendo la bottiglia col sale in posizione, il sale assorbirà l’umidità che poi colerà attraverso i fori che abbiamo fatto sul fondo della bottiglia sotto forma di acqua.

Considerando che una bottiglia da un litro/un litro e mezzo la recuperiamo in casa ed un chilo di sale grosso costa circa 0,20 centesimi…e non ci va nemmeno mezzo chilo di sale nell’apparecchio che abbiamo costruito, il costo è davvero irrisorio. Dopo una settimana andiamo a verificare. Se troviamo dell’acqua nella bottiglia, svuotiamola, cambiamo il sale con dell’altro nuovo e via.

Batteria motore

Dopo ben 5 anni di onorato ed affidabile servizio, mi ha abbandonato la batteria motore. Era una Bosh, per cui ritengo di non cambiare marca; ma di aspettare si. Attualmente non si può prendere il camper e quindi è inutile che metta una batteria nuova ora. Aspetterò tempi migliori e quindi poco prima di rimettermi in movimento ne  comprerò una nuova. Cosa c’è da sapere su una batteria? Vediamo un po’

 

  1. Quanto è grande. Ovvero, misuriamo la batteria che abbiamo ed il suo alloggiamento. Se la vecchia c’entra bene allora ne dovremo prendere una della stessa misura.
  2. Dove è il polo positivo. Ovvero quello rosso o contrassegnato col simbolo  +; dovremo comprarne una nuova che abbia il polo positivo, e per conseguenza anche l’altro, il negativo, nero o contrassegnato col simbolo – ,  dalla stessa parte della vecchia. Perché? Pensate di comprarne una che abbia il positivo dalla parte opposta e di andarla a rimontare nel camper; vi accorgerete che il cavo ad esempio positivo non arriva bene o per nulla…ecco perché deve avere i poli nella stessa disposizione della batteria vecchia
  3. I giusti valori di amperaggio e spunto. Un motore diesel necessita di un buon spunto per avviare il motore. Quindi non va guardato solo l’ amperaggio, bensì anche il valore dello spunto in accensione

Prima di togliere la batteria assicuratevi di aver annotati tutti i PIN eventualmente necessari perché tutta l’elettronica presente nel vostro abitacolo si resetterà.

Sempre meglio prenderne una senza manutenzione, in modo che non avrete problemi di rimboccare acqua distillata.  Per il suo montaggio in posizione ricordate che non vanno mai fatti toccare i due morsetti tra di loro o contro il metallo. Quando li avete smontati, cominciando sempre col disconettere il negativo, appoggiateli con cura e rimettete la batteria a posto. Chiudete i fermi che eventualmente ci sono e poi rimontate i morsetti attaccando per primo il  positivo

Se necessario prima di rimontare la batteria, pulite bene i morsetti, se sporchi con una spazzolina dura e e una soluzione di acqua e bicarbonato di sodio quindi spruzzateci poi un poco di spray apposito, da acquistare presso un negozio di autoricambi ( Al di là di marche si tratta di grasso al litio).

Buon lavoro!

L’ho scampata bella…

Tommy è sul ponte in officina. Hanno aperto i tamburi dei freni posteriori e la ganasce sono proprio cotte…usurate…Mamma Mia! L’ho scampata bella! Domani arrivano le nuove ganasce e si opera la sostituzione. Ma pensa un po’…uno tante volte non ci pensa, tende a sottovalutare certe cose che pensa siano solo stupidaggini, ed invece…meglio così però.

Sempre la sicurezza avanti a tutto

Ho riscontrato una lieve mancanza di potenza frenante nel retrotreno, ed ho portato Tommy in officina perchè siano controllati i freni posteriori. Preferisco farlo ora che è un periodo che il camper non lo prendo in modo che lo troverò pronto per quando tornerà il momento. Sul fronte del pavimento del bagno presto avrò delle novità che documenterò appena possibile

Proteggere le plastiche

Ho acquistato in un negozio di autoricambi, un prodotto per preservare la plastica al suo stato originario. E’ una cosa che consiglio vivamente di fare perchè la plastica esposta agli agenti atmosferici alla lunga si secca e perde il suo colore originale. Trattandola con un prodotto specifico che si trova in commercio regolarmente, rinnova qualsiasi plastica, sia degli specchi retrovisori, sia delle luci, sia le griglie del frigo, la maniglia esterna della porta…provateci e vedrete che le plastiche tornano nuove

Pulizia a fondo

Ieri ho portato il camper per un lavaggio professionale dei sedili della cabina e della dinette. Con mio grande stupore mi sono ricreduto sui sedili della dinette, che mi sembravano un poco scoloriti (li ho sempre lavati da solo, potevo aver sbagliato qualcosa) mentre invece hanno ripreso il colore originale. E’ inutile, finchè si fa da soli con tanta buona volontà è un conto, ma un lavaggio professionale usa macchinari e prodotti non di uso comune, sicuramente specifici e pertanto più efficaci.

Di ritorno da un bellissimo viaggio

Siamo tornati domenica, dopo una bellissima vacanza. Siamo partiti il pomeriggio del 30 luglio e dopo pochi chilometri abbiamo dovuto registrare la rottura della finestra del bagno. Strano perché chiudo sempre tutte le finestre prima di partire e l’avevo fatto anche stavolta. Propendo più per l’ipotesi di un sasso sparato dalle ruote di un altro veicolo… ma tant’è. Fortuna che lungo il percorso sapevo di trovare una concessionaria di camper e ci siamo fermati per la sostituzione. In poco meno di un’ora eravamo nuovamente in viaggio, che è proseguito senza ulteriori intoppi. Ci siamo fermati a Venezia, al camping Fusina che si trova vicinissimo all’approdo per i traghetti omonimo. Punto strategico per visitare Venezia mi sento di consigliarlo senza problemi a chiunque. Dopo tre intensi giorni a Venezia ci siamo spostati un poco e siamo andato a Sottomarina Lido, che è la parte balneare di Chioggia. Veramente un bellissimo posto ben organizzato

Un altro week end

   Sabato e domenica scorsi siamo ritornati sulla nostra vecchia aera a Marina di Pescia Romana. Tempo ottimo, giornate stupende e grande rilassamento. Segnalo a chi può interessare che proprio lì c’è un tratto di spiaggia libera dove è possibile portare i cani ed anche poterli mandare in acqua. Tutti i camperisti, o la stragrande maggioranza, hanno un cane e questo argomento è di grande attualità. Li non abbiamo dovuto lasciare la nostra Isotta nel camper ad aspettarci, ma l’abbiamo potuta portare sempre con noi.

Ripartire…

Abbiamo fatto un bellissimo week end sull’Argentario. Partiti venerdì alle 18 per motivi di lavoro, siamo arrivati ad Orbetello alle 20,15. Abbiamo parcheggiato vicino al Vecchio Mulino e siamo andati a piedi per il centro a cercarci un locale per la cena. Dopo aver cenato con calma, ci siamo spostati a Porto Ercole, nell’area di sosta camper “Feniglio”.

Ottima tranquillità, cortesia massima dei gestori e servizio di navetta per e dalla spiaggia e la sera per e da Orbetello o Porto Ercole. Ieri mattina sempre con la navetta siamo andati alla Baia dell’Acqua Dolce. Invero da dove ti lascia la navetta bisogna discedere per un tratto in mezzo alla montagna che è dotato, dicono, di 100 scalini, ma si fanno senza problemi. Certo, ad un certo punto bisogna anche risalire su…ma si sopravvive, credetemi. Meglio di così non si sarebbe potuti stare!