Un piccolo danno, ma c’è la soluzione

Per ogni danno c’è la soluzione, non bisogna perdersi d’animo.

Come si vede dalla foto, in viaggio mi  si è rotto il pezzo del mobile del bagno in basso a destra.Proprio lì cè il perno che sostiene lo sportello con lo specchio, e quindi è  caduto giù, e per fortuna non si è rotto lo specchio…. Nell’immediatezza  l’ho retto imperniandolo con una vite un bel po’ lunga, ma è una soluzione posticcia, da viaggio, se così mi passate il termine. Volendo procedere per una soluzione duratura, guardiamo il da farsi.  A ben vedere questo mobiletto è semplicemente avvitato sulle pareti, e non presenta problemi di smontaggio. Le soluzioni sono due:

  1. smontiamo il mobiletto e poi lavoriamo dal didietro con i fogli di vetroresina in modo da rinforzare la parte; poi con un trapano relizziamo il foro per il pernetto e rimontiamo lo sportello.
  2. Oppure c’è la sostituzione del pezzo. Sono fortunato perche la Rimor produce ancora questo mobiletto, per cui tramite la rete dei concessionari lo ordino e me lo rimonto pari pari.

A mio avviso la soluzione migliore è la seconda: spiego il perchè.

Nell’operare con la vetroresina andiamo si a riempire il buco che si è creato, ma dopo si vedrà la differenza di colore e qualche sbavatura sul piano. Pace per le sbavature, che si possono carteggiare, ma non riusciremo a colorare la vetroresina visibile come il mobile, a meno di non colorarlo tutto… e poi se carteggiamo , la plasica che è lucida in origine perderà la sua proprietà. Vero è che riguardo alla resistenza, con la vetroresina la parte diviene molto più solida.

Il pezzo sostituito in toto invece è nuovo, pertanto io opterei par la riparazione  solo nel caso in cui il pezzo non sia più reperibile, nè nella rete di ditribuzione del marchi, nè sufando nelle rete cercando negli annunci.

Nel mio caso conviene prendere il pezzo nuovo, quattro viti e la paura è passata. Ah, dimenticavo che il mobiletto arriva senza lo specchio, ma possiamo sempre riutilizzare il vecchio specchio…sempre che non si sia rotto cadendo!

A presto con la descrizione delle fasi di ripristino

Un piccolo danno, ma c’è la soluzioneultima modifica: 2018-08-30T12:23:02+02:00da fabria

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.