Stile militare VS stile vintage

Stile militare VS stile vintage

taglio capelli militariTra le tendenze di quest’anno, il taglio capelli uomo deve essere caratterizzato da un’acconciatura con una trama di capelli che sia diversificata nelle lunghezze e definizioni.

Per lo stile militare, con rivisitazione, cioè con disegni e con forme incise nei capelli laterali della nuca, si utilizza la tagliacapelli. Il taglio si presenta molto corto, che viene poi sfumato vero il cocuzzolo, la parte alta della nuca, che potrebbe poi avere un ciuffo che rimane spettinato. Attenzione che comunque il ciuffo non deve aver capelli lunghissimi, ma rispettare lo stile militare, quindi di un massimo di due dita di lunghezza.

Passiamo allo stile vintage, si deve preferire un uso delle forbici per avere dei capelli che sono di una lunghezza diversa, che creano poi un’acconciatura che si mette in piega con il gel, cera o phon. L’elemento caratterizzante è la riga laterale, nella parte del cocuzzolo, che va poi a riportare lateralmente in capelli.

Per dargli “carattere” si deve cercare di metterli in piega ad onda, mossi, ma in modo da sembrare spettinati.

Tingere i capelli, ma non esageriamo

taglio capelli uomo

Nel taglio capelli uomo del 2019 e 2020, erano molto apprezzate le tinte, anche con colorazioni pastello, celesti o viola, in modo da garantire un’eccentricità.

Quest’anno c’è stato uno “stravolgimento”, nel senso che sono concesse delle tinte, ma che devono essere naturali, tono su tono e con una gradazione della nuance che vanno a sfumare. Ad esempio si è biondi? Allora si devono fare delle tinte in modo da avere una ricrescita con colore naturale, ma che vada a sfumare, nella lunghezza dei capelli, per arrivare ad un biondo cenere.

Si hanno dei capelli neri corvino? In questo caso è possibile sfumare con delle colorazioni che arrivino al grigio antracite o metallo.

Praticamente è un gioco di colori che si studia direttamente sulla propria colorazione naturale.

Stile militare VS stile vintageultima modifica: 2021-02-08T13:49:21+01:00da info

Scrivi una risposta

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.