“Widows – Eredità criminale” un thriller tutto al femminile che lascia col fiato sospeso

“Widows – Eredità criminale” un thriller tutto al femminile che lascia col fiato sospeso

Postato di su Nov 21, 2018 in Cinema

“Widows – Eredità criminale” un thriller tutto al femminile che lascia col fiato sospeso

Titolo: Widows – Eredità criminale

Titolo originale: Widows

Regia: Steve McQueen

Soggetto: Dalla serie televisiva Widows (anni ‘80)

Sceneggiatura: Steve McQueen, Gillian Flynn, LYnda La Plante

Musiche: Hans Zimmer

Produzione Paese: UK, USA, 2018

Cast: Viola Davis, Michelle Rodriguez, Elisabeth Debicki, Cynthia Erivo, Colin Farrell, Brian Tyree Henry, Daniel Kaluua, Jacki Weaver, Robert Duvall, Carrie Coon, Liam Neeson, Manuel Garcia-Rulfo, Jon Bernthal, […]

I nostri mariti non torneranno! Siamo sole! dice Veronica (Viola Davis), ad Alice Gunner (Elisabeth Debicki) e a Linda Perelli (Michelle Rodriguez) anche loro rimaste vedove, dopo che i rispettivi mariti sono rimasti uccisi dalla polizia in seguito ad una rapina. Ed aggiunge Mio marito mi ha lasciato i piani per il prossimo colpo, mi serve una squadra per realizzarlo!La cosa migliore da fare è essere noi stesse! … Perché nessuno pensa che abbiamo le palle per andare fino in fondo!

Dialoghi e azioni, tutti al femminile, che evidenziano come le donne anche quando rimangono sole o perché vedove (windows), come nel caso del film, o abbandonate dai rispettivi mariti, acquistano il vigore necessario per reagire alla situazione sfortunata e spiacevole in cui si sono venute a trovare. Così come sostiene lo scrittore inglese Chris Bradford nel romanzo Young Samurai: Chiunque può arrendersi, è la cosa più semplice del mondo. Ma resistere quando tutti gli altri si aspettano di vederti cadere a pezzi, questa è la vera forza. È questo che dimostrano le tre vedove orientate e risolute a risolvere il loro problema che altrimenti le porterebbe a morte sicura.

Al di là del racconto e dei suoi risvolti imprevedibili e fluidi che fanno presa sullo spettatore, il regista utilizza questo film per descrivere, realisticamente con sagace sottigliezza e attraverso un mescolamento eterogeneo delle diverse situazioni che si vengono a presentare, i pochi pregi ma soprattutto i gravi difetti della società americana attuale, quali l’uso incontrollato e indiscriminato delle armi da parte dei cittadini, il sacrificio dei valori umani fondamentali per fini reconditi, le uccisioni gratuite commesse dalla polizia al minimo sospetto infondato, il ricatto psicologico e fisico ma anche il riscatto, la violenza assurda e il comportamento cinico dei criminali, l’assenza di significato della vita, le compromissioni politiche e tutto il marcio che c’è dietro: le correlazioni tra politica e crimine, tra potere politico e potere religioso, la strategia populista per ottenere il consenso, e l’apprezzamento della donna continuamente vilipesa e violentata dall’uomo, e così via. Tutto in assenza di quei valori antropici che conferiscono dignità e onore all’essere umano, uomo o donna che sia.

Steve McQueen, premio Oscar 2014 per il Miglior film 12 anni schiavo, dimostra la sua verve artistica e la sua interpretazione della società nel racconto drammatico che questa volta mostra in un thriller che lascia col fiato sospeso, perfetto nella scenografia e nell’uso delle musiche ceh ben si adattano al susseguirsi delle azioni.

Il film è stato presentato Al Toronto International film Festival 2018

Filmografia

Hunger (2008), Shame (2011), 12 anni schiavo (2013).

Francesco Giuliano

“Widows – Eredità criminale” un thriller tutto al femminile che lascia col fiato sospesoultima modifica: 2018-11-21T12:22:54+01:00da francesco.giulianolt

Scrivi una Risposta

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.