Per chiudere il discorso sul gas

 

Le utenze  nel camper che hanno bisogno  del gas per funzionare sono: i fornelli, la stufa, il frigo, il boiler.

Diciamo subito che il frigo è trivalente, e quindi non siete obbligati a farlo fuzionare a gas, a meno di non avere altra fonte di energia a diposizione nel momento attuale

   Di  tutte queste utenze, le ultime che ancora funzionano con poco gas sono quelle della cucina: il fornello si accenderà anche con  il poco gas rimasto nella bombola. Questo per dire di non preoccuparsi se, ad esempio, vi doveste accorgere che so,  non funziona il boiler mentre, magari,  i fornelli sono accesi: prima di pensare ad un guasto del boiler, verifichiamo il livello del gas nella bombola. I sistemi di riscaldamento, ambientale o dell’acqua di cui sono equipaggiati i camper sono ormai da alcuni anni muniti di spie a led  che segnalano la mancanza di alimentazione del gas nella bombola, o il basso livello di invio dello stesso, mandando in blocco l’utenza stessa; non vi lasciano dubbi sul perchè non si accende la stufa, ad esempio;

Ma se il camper è un po’ datato potrebbe non avere di questi accorgimenti tecnici, ed allora può capitare che i fornelli vi funzionino senza problemi e la stufa no; non preoccupatevi dunque di un eventuale guasto, almeno proma di aver verificato  la bombola, perchè questo inconveniente può benissimo dipendere dalla bassa pressione del gas, perchè è prossimo a finire.

Sarà dunque ora di sostiture la bombola. In genere la maggior parte dei acamper, vecchi o nuovi, hanno un vano che può contenere due bombole. Vi consiglio di viaggiare sempre con due bombole, eprchè non si sa mai che una vi lasci sul più bello, e potrebbe non essere di immediatra soluzione il problema di comprarne una nuova, vuoi perchè è un giorno festivo, vuoi magari peerchè è notte, o siamo in sosta lontano da un centro abitato.

Per chiudere il discorso sul gasultima modifica: 2018-06-11T12:51:12+02:00da fabria

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.